Funzione e utilizzo

La fossa settica monocamerale viene in genere utilizzata come trattamento primario di acque di scarico nere provenienti da civile abitazione o da scarichi assimilabili. A monte di essa è consigliabile posizionare un degrassatore con l’obiettivo di eliminare gli oli e i grassi presenti nel liquame in arrivo alla vasca.
La fossa settica è una vasca di calma che ha la funzione di favorire la sedimentazione delle particelle fini presenti all’interno del liquame da trattare, le quali permangono sul fondo della vasca e di abbattere una aliquota di BOD.

Descrizione
Fossa settica monocamerale realizzata in manufatto monolitico di polietilene modello liscio da interro; costruito tramite stampaggio rotazionale a spessore costante delle pareti e struttura irrigidita da nervature orizzontali.
Sulla parte superiore della vasca è presente un tappo con chiusura a baionetta Ø 400 per le operazioni di pulizia e ispezione.
La vasca è adatta al trattamento primario delle acque nere di scarico dei WC provenienti da civili abitazioni o da scarichi assimilabili ed è idoneo allo scarico in pubblica fognatura o per l’invio a trattamenti successivi.
La fossa settica è dotata inoltre di sfiato e di tronchetti pescanti in PVC per ingresso e uscita liquami.

Norme:
UNI-EN 12566 parte 1
Delibera Comitato Interministeriale per la tutela delle acque 04/02/1977