Funzione e utilizzo
L’impianto DEPUR SUPERSTAR viene utilizzato per il trattamento spinto dalle acque reflue provenienti da civile abitazione ed è realizzato con tre manufatti distinti. Sezione di sedimentazione primaria tramite vasca tipo Imhoff, sezione di pre-denitrificazione tramite filtro percolatore anaerobico e sezione di depurazione a fanghi attivi con sedimentazione secondaria tronco-conica dotata di stramazzo tipo Thomson, paraschiuma e ricircolo fanghi attivi tramite air-lift. Il ricircolo è inviato alla sezione di pre-denitrificazione o alla sezione di sedimentazione primaria per la digestione anaerobica dei fanghi di supero. È necessario convogliare all’impianto i reflui con acque bionde o grigie già pretrattate tramite appositi degrassatori.

Descrizione
L’impianto DEPUR SUPER STAR in polietilene da interro, è realizzato da tre manufatti distinti a forma cilindrica verticale monolitica, con struttura irrigidita da nervature per garantire la tenuta meccanica. Il depuratore è composto da tre monoblocchi che rappresentano le fasi di depurazione: la fase di sedimentazione primaria realizzata tramite vasca tipo Imhoff, fase di pre-denitrificazione con corpi di riempimento realizzata con filtro percolatore anaerobico, fase di trattamento secondario di ossidazione e sedimentazione dei liquami con tecnologia a fanghi attivi movimentati tramite diffusori d’aria a bolle fini prodotte da compressore a membrana nella quale alloggia anche sistema air-lift per il ricircolo comandato anch’esso da compressore a membrana. L’impianto è comprensivo di quadro elettrico di comando con timer per il funzionamento ON-OFF delle apparecchiature elettromeccaniche e della pompa ad aria. Sui coperchi delle vasche sono posizionati gli accessi di ispezione con tappi di chiusura a baionetta. L’impianto è idoneo allo scarico su suolo o per il riutilizzo irriguo da effettuarsi all’interno del terreno di proprietà.

Dimensionamento
I parametri adottati per il trattamento DEPUR SUPERSTAR consentono una elevata stabilizzazione dei fanghi ed una accentuata mineralizzazione deglistessi. Ne deriva una produzione di fango disupero ridotta, che consente una gestione dell’impianto snella e semplificata riducendo al massimo le frequenze di allontanamento dei fanghi di supero prodotti.
La sezione di sedimentazione secondaria, opportunamente dimensionata in funzione della velocità di risalita dei SST, permette la chiarificazione del liquame in zona di calma per effetto della decantazione per gravità delle particelle di fango in sospensione.


Parametri di calcolo
Dotazione idrica: 200 litri/A.E. x giorno
Carico organico: 60 g BOD5/A.E. x giorno
Superficie specifica corpi riempimento: 120 m2/m3
Fattore di carico del fango: 0,40 Kg BOD5/m3
x giorno
Volume unitario filtri: 0,15 m3/A.E.
Rapporto di ricircolo: 1:1

Norme e certificazioni
Conforme alle norme: UNI EN 12566-1/3
Rispettano le prescrizioni: D.Lgs. n° 152 del 03/04/2006 parte III